Home >>> Ricambi Moto >>> Batterie LP Tradizionali

BATTERIE LP TRADIZIONALI

GAMMA COMPLETA BATTERIE TRADIZIONALI

La vasta gamma di batterie convenzionali LP comprende tutti i tipi di batterie moto presenti sul mercato, conciliando le richieste della clientela più esigente a un rapporto qualità-prezzo impareggiabile.

Qualunque sia l’applicazione, LP ha la batteria giusta per la vostra moto.
Unica nel suo genere, l’ampia libertà di scelta offerta dalla gamma LP si compone di oltre 200 codici di referenze, suddivise tra le linee GEL, SLA, AGM, DRY e DRY+ACIDO tradizionali e dotate delle più moderne tecnologie dei prodotti di settore.

Grazie a speciali griglie in lega di piombo al loro interno, tutte le batterie tradizionali LP sono in grado di mantenere la carica più a lungo, riducendo sensibilmente il naturale processo di auto-scarica.
Rispetto alle loro equivalenti, le batterie LP sono inoltre realizzate per resistere anche alle temperature più rigide, generando un voltaggio maggiore e più duraturo anche in condizioni estreme. Tutto questo si traduce in un bel vantaggio anche in termini di costi!
Prolungare gli intervalli tra cicli di ricarica significa infatti prolungare la funzionalità stessa del prodotto, generando quindi un importante risparmio di tempo e denaro nella gestione post-utilizzo del prodotto.

Una problematica comune a tutti i tipi di batterie tradizionali è la SOLFATAZIONE, ossia la formazione di cristallo di solfato.

Ma cosa si intende esattamente con solfatazione?
La solfatazione è il risultato di una reazione chimica per cui la costante corrente di drain* e la continua esposizione all'aria delle piastre fanno si che il basso livello di elettrolita favorisca la cristallizzazione del piombo attivo sulle piastre della batteria, fino a intaccarle completamente. A questo punto, la batteria non è più in grado di assorbire la carica e recuperare la sua piena capacità.

SOLFATAZIONE:

La soluzione si chiama ANTI - SOLFATAZIONE

In risposta al problema, la ricerca LP ha infatti studiato una speciale formula chimica in grado di contrastare l'insorgere del fenomeno e ridurre al minimo la formazione spontanea del cristallo di solfato, che aggredendo le piastre della batteria le rende del tutto inattive, danneggiandole in maniera irreversibile.

Tutte le batterie che compongono la gamma LP sono sottoposte a questo particolare trattamento e le abbiamo messe alla prova confrontandole con altri accumulatori sprovvisti dello stesso trattamento anti-solfatazione.
Operando il confronto, abbiamo ricreato in entrambi i casi le medesime condizioni di scaricamento costante, collegando le batterie ad una lampadina da 10W.

Una volta esaurita totalmente la carica, la batteria LP con processo di anti-solfatazione non ha avuto difficoltà nel ricaricarsi: a distanza di una settimana ha recuperato oltre il 90% della carica.

La batteria priva di anti-solfatazione invece, è stata resa totalmente inutilizzabile proprio a causa del processo di solfatazione che ne ha aggredito le piastre.

*COSA SI INTENDE PER CORRENTE DI DRAIN?

Che si chiuda o meno l'interruttore del condensatore, la batteria permane comunque in una condizione di scaricamento dovuta ai singoli elementi elettrici presenti nella batteria, che attingono corrente dalla stessa.
Questo costante ma continuo flusso di scaricamento (auto-scarica) è detto corrente di drain.

CORRENTE DI DRAIN:

REGOLE BASE PER CARICARE UNA BATTERIA

Molti problemi riguardanti il cattivo funzionamento della batteria sono causati da una scorretta procedura di ricarica. Al fine di ovviare a tale eventualità, è sufficiente seguire alcune regole base, valide per ogni tipologia di accumulatore.

1. ASSICURATEVI CHE IL VOSTRO CARICA BATTERIE NON SIA ORMAI DATATO E CHE SIA COMPATIBILE CON LA VOSTRA BATTERIA

Si raccomanda il solo utilizzo di carica batteria raccomandati e conformi alle specifiche del singolo prodotto da ricaricare: non soltanto le varie tecnologie di batterie presentano infatti specifiche molto diverse fra loro, ma anche il singolo articolo di una stessa linea di prodotto si comporta in maniera diversa in base a voltaggio, densità e volume dell'elettrolita, capacità di spunto e corrente di carica.

ATTENZIONE:
In caso di mancata osservanza della presenti regole, la batteria potrebbe subire danni irreparabili e provocare fuoriuscite di gas ossidrogeno altamente esplosivo e nocivo per la salute. Si raccomanda pertanto, di seguire attentamente le istruzioni per una corretta carica della batteria.

È ASSOLUTAMENTE PROIBITO ACCENDERE LUCI E/O FUOCHI.
È ASSOLUTAMENTE PROIBITO FUMARE nell'ambiente circostante.
NON EFFETTUARE LA RICARICA IN PRESENZA DI FONTI DI LUCE E/O DI CALORE.
NON PROVOCARE SCINTILLE.

• NON USARE GENERATORI PER SALDATRICI O SIMILI
• Riporre la batteria in un ambiente ben arieggiato e lontano da fonti di luce e calore
• Si consiglia di eseguire un controllo periodico della batteria

2. SIETE SICURI CHE LA BATTERIA SIA COLLEGATA CORRETTAMENTE?

ROSSO = polo positivo (+) NERO o BLU = polo negativo (-)

• Assicurarsi che i morsetti siano puliti e privi di ogni traccia di ossidazione
• Regolare la lunghezza e la tipologia dei cavi a seconda della capacità del carica batterie
• Per ottenere il massimo beneficio da ogni ciclo di ricarica, si consiglia di seguire le istruzioni specifiche per ogni prodotto, riportate all'interno della confezione di vendita.
È molto importante attenersi al tipo di corrente e ai tempi di ricarica dettati dalle specifiche di ciascun tipo di accumulatore.
Di norma, la corrente di carica generata dal dispositivo di ricarica non deve essere maggiore al 10% rispetto alla capacità della batteria in carica.

Es: batteria da 6Ah > 0,6 Ampere di corrente di carica batteria da 12Ah > 1,2 Ampere di corrente di carica

SALVO EMERGENZA, NON RICORRERE ALLA PROCEDURA DI RICARICA VELOCE

Si raccomanda di vigilare la batteria durante il ciclo di carica

3. QUANDO TERMINA IL PROCESSO DI CARICA?

Ciascuna batteria necessita di un proprio tempo di ricarica, riportato all'interno delle istruzioni presenti in ogni singola confezione. La tempistica indicata consente al dispositivo di riacquisire completamente, e in tutta sicurezza, la propria capacità di spunto iniziale.
Trascorso tale lasso di tempo, il processo di carica della batteria può dirsi effettivamente terminato se la spia di scarica si trova sullo zero, oppure se la corrente di carica si mantiene costante per 45 minuti consecutivi.

A tutela del cliente finale, tutte le batterie della gamma LP sono dotate di una particolare tecnologia di sicurezza in grado di inibire l'assorbimento della corrente di carica della batteria.
Nel caso in cui, a seguito di una scorretta procedura di ricarica, la corrente di ricarica eccedesse la proporzione del 10% rispetto alla capacità della batteria (circa 15 Volt), o laddove si registri un flusso di corrente inadeguato al prodotto, la batteria automaticamente non riceve la carica.

AVVERTENZA: è bene sapere che gli indicatori di carica dei carica batterie automatici privi di voltimetro o amperometro segnalano immediatamente la batteria come carica.

BASSA AUTOSCARICA:

Grazie alle speciali griglie interne in piombo, le batterie tradizionali LP possono essere caricate più a lungo, riducendo al minimo il naturale processo di autoscarica.

ALTO GRADO DI SCARICA:

In condizioni estreme, esposte a temperature rigide, queste batterie sono in grado di produrre una potenza di spunto superiore alla media e per un arco di tempo maggiore rispetto alle altre batterie tradizionali.

Elenco applicazioni batterie (Agg. Giugno 2015)


Legenda:
Cod = Codice
Altrn AGM = Alternativa AGM MB
Altrn AGM = Alternativa SLA MB
Altrn AGM = Alternativa GEL MG
Altrn AGM = Alternativa LITHIO ML


Categorie Batterie LP Tradizionali